Via De Carpentieri, 7 - Brindisi
info@mamademanimation.com

Due chiacchiere con.. Marco Morelli

Due chiacchiere con.. Marco Morelli

GLI ANIMATORI MAMADEMA

2 Chiacchiere con….

Marco Morelli. Passione da Animatore


Il fatto che, durante l’intervista, non abbia sbagliato nè un congiuntivi nè punteggiature, rende, ad “honoris causa” , Marco Morelli una delle punte di diamante del mondo Mamadema

E ora , a distanza di 5 anni, siamo ancora qui a raccontare un’altra estate passato insieme, tra risate, notti insonne, e tormentoni.

Marco , dopo l’ottima esperienza del 2018 al “Fontanelle” di Ostuni, è riuscito a confermare pienamente le aspettative riposte in lui creando, con umiltà e semplicità una bellissima armonia all’interno dello Staff , apparendo, anche agli occhi dei suoi ospiti, un ottimo Responsabile Staff .
Marco è (e di questo ne andiamo orgogliosi) la dimostrazione , che si può far arte anche in modo elegante , senza invadenza, e, cosa imporantissima, mando anche dei messaggi sociali ed educativi.
Un difetto però dobbiamo imputarglielo: L’EQUILIBRIO. Dovete sapere che Marco sarebbe in grado di cadere anche da solo. Da fermo. Mentre è seduto. E noi ne abbiamo le prove .

Detto ciò, gustatevi questa bella chiacchierata, per certi versi anche profondo.

Buona Lettura.

PS: Se volete, le immagini più belle dell’estate Mamadema al Camping Ippocampo potete vederle pubblicate sulla nostra pagina Facebook
Noi, intanto, ne approfittiamo per fargli qualche domanda  🙂

2 Chiacchiere con….Marco Morelli

Mamadema: Finalmente riusciamo a beccare anche te, Com’è andata la tua ultima esperienza a Manfredonia ? Sei soddisfatto del lavoro svolto?

We we!! Mah dai abbastanza bene, ho avuto l’opportunità di lavorare in un nuovo ambiente, una zona che ho frequentato poco negli anni precedenti e ho avuto la fortuna di conoscere tanta gente meravigliosa che ci ha accompagnato per tutta la stagione o anche solo per pochi giorni, ospiti che ci hanno fatto sentire subito a casa, questo grazie anche alla struttura e a tutto il personale del campeggio di Ippocampo, in primis tutti i componenti della famiglia Vitale che per tutta la stagione ci ha supportato/Sopportato me e i miei ragazzi in tutto e per tutto, mettendosi a completa disposizione dal primo all’ultimo giorno.
E poi l’altra mia grande fortuna è aver avuto uno staff meraviglioso, con dei ragazzi con tanta voglia di fare e di mettersi in gioco,che mi hanno seguito in tutto quello che avevo intenzione di di realizzare e credo che insieme siamo riusciti a toglierci delle belle soddisfazioni, rendendo la nostra estate 2019 e quella di tanti ospiti INDIMENTICABILE.
Quindi si sono abbastanza soddisfatto del lavoro svolto quest’estate, anche perché sono riuscito a portare in scena diversi progetti che avevo preparato, uno su tutti il Musical “Life”.
Poi quando vedi tanti ospiti andare via abbracciandoti e con le lacrime a gli occhi chiederti “ma l’anno prossimo ci rivedremo vero? Tornerete tutti?” Capisci che dopo tutto non stai facendo un brutto lavoro, anzi.😁

Mamadema: Tu sei un.. (Completa la frase.. senza parolacce eh)

Dovessi pensare a quest’estate forse direi “sono un capo animatore rompiscatole” (ahahahhaah) perché mi reputo un perfezionista, anche perché ci tengo molto ai dettagli, soprattutto negli spettacoli, i miei ragazzi ne sanno qualcosa dopo le ore di prove in piena notte (alcune volte anche fino alle 6 di mattina😅) però fidatevi ci si diverte anche in quei momenti.
Però fuori dell’animazione sono un ragazzo determinato, che non si pone limiti nella vita, mi piace sognare in grande e soprattutto migliorarmi sempre, perché credo che sia proprio quello il segreto nella vita, per non renderla monotona, non accontentarsi mai, ma cercare sempre di fare meglio, trovando sempre nuovi stimoli e provando ad alzare sempre di più l’asticella dei propri limiti.

Mamadema:  Qual è secondo te, la parte più bella di questo lavoro?

Bella domanda! Per me che sono dentro questo mondo da ormai 8 anni ti direi tutto! Trovo davvero difficoltà a dire qualcosa che non mi piace di questo lavoro, anche quelle cose che durante la stagione sembrano brutte, tipo le prove a tarda notte, possono sembrare qualcosa di noioso e pesante (e infatti lo sono, soprattutto con un capo animatore come me 🤣) ma una volta terminata la stagione, ti rendi conto che ti mancano anche questi momenti.
Ho sempre amato tutto di questo lavoro, sin dalla mattina quando ci si sveglia fino a quando vado a dormire: dallo scherzare con gli ospiti dove ogni giorno conosci tanta gente nuova e tante persone che hanno miliardi di storie nuove da alle spalle e tutte differenti, alle costumate, le risate col gioco aperitivo, alle sfide accese tra ospiti contro animatori nei tornei pomeridiani, fino alla sera con lo spettacolo sul palco. Ecco, se dovessi scegliere, sicuramente la cosa più bella di questo lavoro,per me è lo stare sul palco durante le serate e gli spettacoli, non c’è niente di più gratificante in questo lavoro di una risata spontanea o degli applausi degli ospiti, magari durante un cabaret oppure anche durante una semplice serata giochi. Sentire gli applausi mi ha sempre dato una carica emotiva pazzesca, un adrenalina assurda che spazza via in un attimo tutta la stanchezza accumulata durante la giornata. È qualcosa di davvero magico

Mamadema: Come vivi la responsabilità del “Capo”? 

Senza alcun dubbio cambia completamente il modo di vivere l’esperienza da animatore, si ha un bel po’ di pressione in più addosso, soprattutto all’inizio quando non gli ospiti non ti conoscono e quindi li vedi perplessi, non conoscendo il tuo metodo di lavoro, infatti cerchi di non sbagliare assolutamente nulla, e quindi cerchi di curare tutto nei minimi dettagli e di non commettere errori durante la giornata e soprattutto stai attento che nessun altro componente dello staff possa compromettere tutto il lavoro del gruppo con qualche cavolata. Però quando hai uno staff che lavora bene e ognuno sa quello che deve fare, tutto diventa più semplice. Ovvio che rispetto a quando non si è capo animatori, ci si sente anche un po’ appunto “responsabili” per tutto il resto dello staff, quindi molte volte sto in ansia per qualunque cosa, anche le più banali, perché speri sempre che per tutta la stagione fili tutto liscio (anche se questa è una leggenda metropolitana, gli imprevisti durante la stagione sono all’ordine del giorno MATEMATICO ahahahha). Però posso confermare che essere capo animatore ti fa crescere ancora di più a livello personale, dove sei tu in prima persona a dover risolvere qualunque situazione si possa presentare, perché a differenza di quando sei ragazzo e sorge qualche problema, hai un punto di riferimento ben chiaro a cui rivolgerti, e quindi hai meno grattacapi.

Mamadema: La cosa più divertente che ti è successa nell’ultima estate?

AHAHAHHAHAHAHH MUOIO 🤣 ci sono tanti episodi bellissimi di quest’estate, però uno che non dimenticherò mai è: durante una giornata di pioggia, ci vediamo sul palco a provare, arriva Nunzio il direttore del bar e del Lido e ci spruzza tutti di panna spray, nello scappare via, fa una delle scivolate più belle della storia, finendo con il sedere per terra dopo un volo assurdo precisamente dentro una pozzanghera! Quel giorno parti una guerra con bombolette di panna che andrò avanti per tutto il pomeriggio. Solo a fine serata ci Venne detto che quella era panna scaduta che doveva essere buttata. Ignari del fatto che saremmo rimasti con quella puzza di “capra” per oltre 5 giorni nonostante i vani tentativi di lavaggio delle magliette. Ma ci sono davvero così tanti momenti divertenti durante la stagione, che se dovessi raccontarli tutti finirei domani mattina. Poi la gente non è che sta qui a perdere tempo a leggere l’intervista di Marco Morelli (o forse si?!🤔)

Mamadema: Qual è il segreto per la riuscita di una stagione?

Beh se te lo dico che segreto è?! 😅😅
Scherzi a parte, secondo me per fare un’ottima stagione, ho sempre detto che bisogna avere uno staff che lavori unito, che ci si aiuti a vicenda, confrontandosi per poter mettere insieme delle idee per poter fare sempre meglio. Dare sempre il massimo nel proprio ambito, Anche perché molte volte in questo lavoro la gente Non bada tanto al risultato finale, ma apprezza molto l’impegno che ci si mette durante la giornata per farlo, soprattutto quando questo lo si fa col cuore. Forse è questo il segreto di una buona riuscita della stagione.

Mamadema: Meglio uno sketch visto 100 volta ma che fa ridere al 100% oppure il rischio di qualcosa creato da te?

Sono dell’idea che quando uno sketch è bello non possa mai tramontare, un po’ come i film di Totò, passano gli anni ma la gente sarà sempre lì a guardarli. Secondo me anche una cosa già vista può diventare bella se c’è l’interpretazione giusta, dove basta davvero poco a far trasformare la solita Minestra in qualcosa di nuovo. Però sono una persona a cui piace sperimentare e prendermi il rischio, Non per niente quest’anno ho portato nella settimana di Ferragosto due spettacoli inventati da me, che hanno riscosso anche un bel successo tra gli ospiti, alla fineè il bello di questo lavoro, senza parlare poi della tensione e dell’ansia che si ha in questi momenti, prima dello spettacolo, dove speri che vada tutto bene, e dove poi al termine dello spettacolo tiri un sospiro di sollievo e vedi tutto il pubblico che applaude e si congratula con te. È qualcosa di davvero unico ed è quello che mi fa amare sempre di più questo lavoro, anno dopo anno.

Mamadema: Riusciresti a spiegare cosa si prova a lasciare un villaggio dopo che è stata la tua casa per mesi?

Forse è la sensazione più brutta di tutte, hai un vuoto dentro che è davvero inspiegabile. Io già quando inizio a mettere negli scatoloni tutti gli oggetti Al termine della stagione, inizio a deprimermi. Una volta che torni a casa, la situazione non migliora, Anzi peggiora ancora di più, guardi l’orario e pensi “cavolo a quest’ora c’è il gioco aperitivo” oppure “Caspita sono le 22:30 in villaggio stava per iniziare la serata” e pensandoci ti deprimi ancora di più, pensi a tutti i bei momenti passati in quelle quattro mura, anche alle cose più banali che ti hanno strappato un sorriso, e che faresti di tutto per rivivere quei momenti. L’unica consolazione che ti tira su il morale è sapere che comunque tra 9 mesi l’estate ritornerà e che quindi si ripartirà per una nuova avventura.

Mamadema: Cos’è per te Mamadema Animation?

Per me la mamadema Animation non è una semplice agenzia, ormai è una famiglia da cui una volta che entri a farne parte non riesci più ad uscire. Di agenzie di animazione ce ne sono tante ma trovare delle persone oneste come chi lavora dietro la Mamadema è difficile se no quasi impossibile. Se dovessi scegliere fra tutte le agenzie del mondo, ad occhi chiusi sceglierei di lavorare sempre con loro. Posso dire di essere davvero fortunato di far parte di questa piccola – grande famiglia.❤

Mamadema: Fai un Saluto!

Caspita sono già alla fine dell’intervista?! Come vola il tempo quando ci si diverte, un po’ come quando sei in stagione, il tempo vola e neanche te ne rendi conto. Be’ facciamo la SALUTAZIONE?!
CIAPPIIIIII A TUTTIIII

Lascia un commento